La sicurezza in Campania

“Il nostro primo impegno per la regione Campania è la sicurezza, unita alla legalità. Il Governo ha fatto tanto nella lotta contro la criminalità inasprendo le pene nei confronti di coloro che fanno parte delle organizzazioni criminali, dando loro la caccia con una forza che nessun esecutivo aveva avuto prima”. Lo ha dichiarato il Ministro Mara Carfagna, capolista alle Regionali del Popolo della Libertà a Napoli e Provincia, nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina all’Hotel Vesuvio di Napoli.

Il Ministro, che ieri aveva incontrato i massimi esponenti delle Forze dell’Ordine in Campania, ha illustrato ai giornalisti le linee guida del suo programma sul tema della sicurezza. “Dobbiamo e possiamo fare di più, perché non può esserci sviluppo senza sicurezza. La Direzione Distrettuale Antimafia a Caserta, con l’istituzione della Corte di Appello, è un’idea importante, che ci aiuterà a garantire il controllo di un territorio che, come dimostrano i fatti di cronaca, è particolarmente a rischio”. Il Ministro ha quindi parlato di sviluppo: “L’attuale amministrazione regionale ha fatto un uso totalmente errato dei fondi comunitari.

Tra il 2000 e il 2006 sono andati persi ben 7 miliardi di euro, utilizzati per obiettivi diversi rispetto a quelli per i quali erano stati erogati. Urbanistica e servizi pubblici sono aspetti carenti che incidono sulla qualità della vita e vanno assolutamente adeguati”.

Ultimo tema affrontato, quello dell’occupazione. “Dobbiamo garantire una vera occupazione attraverso efficiente formazione. Partire dalle scuole è passo indispensabile. E’ qui che deve essere insegnata la cultura della legalità, un impegno che ho già preso con il Ministro della pubblica istruzione, università e ricerca, Mariastella Gelmini. Stiamo immaginando la settimana della legalità per far capire che i camorristi sono dei falliti, non un modello da seguire, ma da respingere tassativamente. Modelli di vita vincenti sono altri: le forze dell’ordine, in primis, che quotidianamente combattono questi fenomeni degenerativi e raggiungono risultati importanti per la nostra gente.”