La legge anti-stupro ad un anno di distanza dalla sua approvazione

[youtube width=”425″ height=”300″]http://www.youtube.com/watch?v=fFeSyAV8wZs[/youtube]

La legge anti-stupro è stato uno dei principali argomenti del colloquio tra il direttore Maurizio Belpietro e il ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna nell’intervista a Mattino cinque. Questa norma, ad un anno di distanza dalla sua approvazione ha fatto segnare un piccolo record, per quanto riguarda il numero delle denunce arrivate a circa 5200 e degli arresti (oltre mille).

Una legge che riguarda tanto le donne quanto gli uomini, anche se sono le prime ad essere “più esposte a persecuzioni e comportamenti di questo tipo” – ha spiegato il ministro Carfagna.

A seguire si è poi discusso del disegno di legge volto a contrastare il fenomeno della prostituzione e della tratta delle ragazze, minorenni e non. La legge, ancora in discussione al Senato, mira a reprimere il fenomeno nei luoghi pubblici e a “sfiduciare coloro che hanno come obiettivo portare nel nostro paese giovani donne per farle prostituire”.

Infine si è parlato di omofobia e di violenza (non solo fisica), in particolare con riferimento al recente caso del gruppo-choc di Facebook, contro i bambini affetti dalla sindrome di Down, prontamente oscurato dalla Polizia postale.