Piano per il sud, sosteniamo le imprenditrici che danno lavoro

“Stiamo lavorando per reperire nuove risorse per favorire l’accesso al credito delle imprese femminili operanti nel Mezzogiorno, attraverso il ricorso a fondi europei e con la collaborazione del Ministro dello Sviluppo economico”. Così ha riferito ieri il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, intervenuta in Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati.

Rispondendo ad alcune risoluzioni sulle politiche a sostegno delle donne e dell’occupazione femminile, il Ministro ha precisato che si tratta di un progetto che rientra “nel quadro del più ampio Piano per il Sud” e prevede l’utilizzo “della garanzia del Fondo per le piccole e medie imprese di cui alla legge n. 662 del 1996 ed un contributo in conto interessi”.

Carfagna ha rilevato inoltre che, in tema di sostegno all’imprenditoria femminile, “la legge n. 215 del 1992 è ora in una fase di stallo, non essendo stata rifinanziata da parte di molti governi. Il limite dell’attuazione di quella legge è stato quello di concedere finanziamenti ‘a pioggia’, senza una seria regia e un monitoraggio costante degli effetti in termini di incremento dell’occupazione femminile”.

Foto di R. Motti