Mara Carfagna interviene al Senato: “Ecco le misure per le donne”

“L’accesso e la permanenza delle donne nel mercato del lavoro, la loro progressione in carriera e la tutela della maternità rientrano senza dubbio tra i principali obiettivi dell’azione del nostro Governo”. Lo ha sottolineato il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, intervenendo oggi al question time al Senato sulle problematiche del lavoro femminile, con riferimento alla tutela della maternità e sulla presenza delle donne nelle istituzioni.

Proprio per questo “il Governo sta compiendo molti sforzi sul versante del potenziamento degli ammortizzatori sociali, per promuovere la conciliazione tra vita professionale e familiare, e per ridurre il divario tra uomini e donne occupati, specie nelle aree del Mezzogiorno”, con un impegno “forte e costante”.

“Stiamo lavorando, insieme al Ministro dello Sviluppo economico, per reperire, nel quadro del più ampio Piano per il Sud, nuove risorse, ricorrendo a fondi europei, per favorire l’accesso al credito delle imprese femminili operanti nel Mezzogiorno, attraverso l’utilizzo della garanzia del Fondo per le piccole e medie imprese di cui alla legge 662 del 1996 e un contributo non più in conto capitale ma in conto interessi”.

La legge 215 del 1992 – ha spiegato Mara Carfagna – è ora in una fase di stallo, non essendo stata rifinanziata da parte di molti governi. Il limite dell’attuazione di quella legge è stato, tuttavia, quello di concedere finanziamenti a pioggia senza una seria regia e un monitoraggio costante degli effetti in termini di incremento dell’occupazione femminile”.

Guarda l’intervento al Senato di Mara Carfagna