Sentenza Bianchini, pena severa
e giustissima. Resterà in carcere fino all’ultimo giorno


Una pena estremamente severa, ma giustissima. Che sarà scontata, grazie alle novità legislative che abbiamo introdotto col decreto anti-stupri, dal primo all’ultimo giorno dentro ad un carcere, come è logico che accada in un Paese civile.

Ho spesso fatto appello ai giudici perché di fronte a questi orrendi crimini contro la persona non venga riconosciuta alcuna attenuante, come è accaduto oggi. Il miglior deterrente per questi reati, che cambiano la vita di chi li subisce, è proprio la certezza della pena.

Fin dall’inizio del suo mandato questo Governo ha lavorato per garantire la sicurezza alle donne, inserendo le aggravanti in caso di violenza sessuale nel Codice penale e cancellando ogni forma di beneficio premiale, come gli arresti domiciliari o gli sconti di pena per gli aggressori, avviando la stagione della “tolleranza zero”.

Sono certa che, grazie a sentenze come questa e come la conferma delle condanne agli stupratori di Guidonia, riusciremo a far diminuire ulteriormente il numero dei reati per violenza sessuale, convinceremo sempre più donne a denunciare i loro aguzzini.