Avanti così, Italia in prima linea per salvare Sakineh

Il governo fa suo questo ultimo, drammatico, appello del figlio di Sakineh perche’ venga risparmiata la vita della madre e si abbandoni la pratica disumana della lapidazione.

L’impegno diplomatico del ministro degli Esteri Franco Frattini e’ senza sosta e sono certa che dara’ i suoi frutti. Al contempo, per mandare un segnale forte alla comunita’ internazionale e alle autorita’ iraniane, per la prima volta, abbiamo voluto affiggere un volto, quello di Sakineh, sul palazzo del governo, al ministero per le Pari Opportunita’.

Il paese ha risposto con vitalita’ e attenzione alla nostra mobilitazione se e’ vero che la gigantografia ‘Per la vita di Sakineh‘ e’ ormai esposta su decine di sedi di comuni, province e associazioni, da Nord a Sud del paese. Il messaggio, dunque, e’ forte e chiaro, l’impegno senza precedenti. Quel volto, il viso di Sakineh, e’ li’ a ricordare che l’Italia e gli italiani sono dalla parte della vita e dei diritti umani, non possono tollerare che questi vengano calpestati in alcun luogo del mondo.