Anche l’Italia dica no al burqa

In Italia non esiste, come in altri Paesi, un’emergenza burqa, i casi di donne costrette ad indossarlo restano isolati. Ma non per questo sono meno gravi. Il burqa rappresenta infatti la negazione dei diritti della donna e la sua sottomissione, obbliga all’emarginazione chi lo porta ed ostacola l’integrazione: per questa ragione va tenuto ben alla larga dai confini del nostro Paese.

In questo senso sono favorevole ad una legge che, considerato l’aumento costante dei flussi migratori e la diffusione del fenomeno anche in Europa, abbia una funzione per così dire ‘preventiva’. Auspico quindi che il Parlamento, dopo lo stimolo venuto dalla Francia, decida di proseguire e portare a compimento la discussione del progetto di legge che vieta l’uso del burqa nei luoghi pubblici anche in Italia.