La Cassazione ha sbagliato: gli stupratori meritano il carcere

Oggi la Cassazione ha emesso una sentenza impossibile da condividere, contro le donne, che manda un messaggio sbagliato: vengono consentiti i domiciliari per i responsabili di uno stupro “di gruppo”. Mi pare quindi opportuno ricordare che le aggravanti per i reati di violenza sessuale furono introdotte proprio per evitare lo scempio della condanna senza un giorno di carcere per chi commette un reato grave come questo. Il Parlamento, che con voto bipartisan ha sostenuto il disegno di legge da me presentato, aveva voluto condividere un messaggio chiaro: tolleranza zero contro la violenza sulle donne, che non