“Diritti in cammino” incontra Maria Bashir, prima donna procuratore in Afghanistan

Oggi pomeriggio, in qualità di Presidente dell’associazione “Diritti in cammino”, ho incontrato Maria Bashir, la prima donna procuratore generale nella provincia di Herat. Insieme a me, altri membri dell’associazione, tra cui i parlamentari Annamaria Carloni, Paola Concia e Alessandro Ruben.
Al centro del colloquio le condizioni della donna in Afghanistan, lo sviluppo del sistema giudiziario, che il Paese sta promuovendo grazie all’aiuto e alla collaborazione dell’Italia.
Dopo oltre dieci anni dall’inizio della guerra in Afghanistan la condizione delle donne nel Paese è certamente migliorata, ma in intere regioni del Paese le donne restano ancora segregate, senza diritti, ben lontane dal vedersi riconosciuta la parità. Per questa ragione è importante non dimenticarsi dell’Afghanistan, continuare a sostenere, anche attraverso la cooperazione internazionale, la diffusione e lo sviluppo della democrazia.

La Costituzione afghana, in vigore dal 2004, proclama uguali diritti per uomini e donne, ma ancora oggi alcuni giudici danno un’interpretazione estremamente conservatrice della legge islamica. E’ importante che la comunità internazionale vigili sul periodo post-bellico, che dopo il ritiro graduale e inevitabile degli eserciti, non si abbandoni il Paese al suo destino. Per questo l’associazione “Diritti in cammino” si è detta disponibile a collaborare e sostenere Maria Bashir nella sua lotta in prima linea contro la violenza che le donne afghane sono ancora costrette a subire.

“Diritti in cammino” è una associazione apolitica, internazionale, fondata lo scorso 23 maggio. Scopo dell’associazione è la protezione dei diritti umani e civili, intesi in ogni accezione e sfumatura, l’eliminazione di ogni discriminazione e disparità in ragione del sesso, dell’età, della condizione sociale, della disabilità, dell’appartenenza etnica, di convinzione filosofica e religiosa, di orientamento sessuale. Fanno parte del Comitato d’onore, oltre all’On. Mara Carfagna, che ne è presidente, anche Riccardo Banchetti (Presidente della società Pactum Advisers), l’on. Paola Concia, Claudia De Benedetti (Vice presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche), Maud De Boer Buquicchio (Vice segretario generale del Consiglio d’Europa), Moreollo Diaz della Vittoria, Anna Fendi (Stilista), Luigi Nicolais (Presidente CNR), Paola Profeta (Docente Universitaria), Isabella Rauti (Consigliere Regionale Lazio), l’on. Alessandro Ruben, Paola Santarelli (Presidente dell’associazione Ernesto e Dina Santarelli), Baronessa Sandip Verma (membro della House of Lords e portavoce del Cabinet Office, Sviluppo Internazionale e della parità e delle donne), Anna Maria Tarantola (Vice Direttore Generale della Banca d’Italia). Tesoriere è Claudio D’Eletto.