Unipol, richiesta di condanna è un film già visto

La tempistica utilizzata per richiedere la condanna di Silvio Berlusconi, imputato per rivelazione di segreto d’ufficio nel processo Unipol, la pena richiesta nonostante vi fosse una precedente richiesta di archiviazione, lasciano pensare che l’atto odierno sia l’ennesima puntata di un film già visto.

Il film, cioè, di una piccolissima frangia della magistratura che pretende di screditare il presunto nemico, interferire sull’esito delle elezioni, magari allo scopo di spianarsi la strada per la discesa in politica, come accaduto con il magistrato Antonio Ingroia.