Pdl partito aperto e non delle poltrone, per il rilancio di Salerno e provincia.

Oggi ho partecipato al convegno che si è svolto ad Eboli nel Cinema Teatro Italia, al quale hanno preso parte anche il Sen. Franco Cardiello, il Sen. Giuseppe Esposito, il Consigliere regionale Eva Longo, il candidato alla Camera in Campania 2 Matteo Cortese. Nel mio intervento a conclusione ho spiegato che quando mi è stato chiesto di guidare il partito in un momento particolarmente delicato, alla vigilia di questa difficile campagna elettorale, ho accettato l’incarico con un impegno preciso: riorganizzare il partito con uomini e donne che non legassero la propria dedizione e la propria passione per la politica, solo ad incarichi e poltrone. Il potere sicuramente serve ma per un poter fare, per poter far crescere i nostri territori e migliorare la vita delle nostre comunità. Non certo per garantire chi fa politica.

Anche per questo in provincia di Salerno abbiamo accolto con entusiasmo la sfida lanciata dal presidente Silvio Berlusconi che con un programma chiaro, forte di aver realizzato l’80% del precedente programma così come testimoniato da uno studio dell’Università di Siena, ogni giorno raccogliamo entusiasmo e sempre più adesioni, con lo stesso spirito del ’94. In questo percorso ci accingiamo a vivere una giornata di grande mobilitazione mercoledì, con il convegno organizzato al Grand Hotel Salerno alle ore 18. Con me ci saranno il coordinatore regionale, Sen. Nitto Palma, gli On. Gianfranco Rotondi e Nunzia De Gerilamo ed il Presidente della Giunta regionale della Campania Stefano Caldoro, a conferma di un impegno ancora più forte della Regione e del Pdl per la crescita di Salerno e della sua provincia. Per questo diciamo con forza che se vince il Pdl, vince Salerno