Salerno incontra Alfano

«La nostra ricetta liberale: ritirare il limite del contante, aumentare la gamma delle detrazioni per le famiglie, i cittadini e le imprese»

«La sinistra è scesa in battaglia e ci ha trovato vivi». Così l’onorevole Angelino Alfano, segretario del Popolo della Libertà, ha esordito all’hotel Baia di Salerno durante l’incontro che ha visto presenti il commissario provinciale, l’on Mara Carfagna, il coordinatore regionale Nitto Palma e il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. «Bonus Bebé, Social Card, legge sullo stalking, legge contro il fumo nei locali pubblici, legge sulla patente a punti con la drastica riduzione degli incidenti, riforma dell’Università, Legge Biagi». Sono solo alcuni dei provvedimenti adottati dal Governo Berlusconi ed elencati questo pomeriggio dal segretario del Pdl Angelino Alfano, ripetuti per indicare alcune delle strada battute dal Governo del Popolo della Libertà.

E ancora sull’Imu: «La aboliremo tassando i capitali svizzeri» e sui punti del programma elettorale. «Rimodelleremo i limiti alla circolazione del contante che non può essere fissata ai mille euro, riformeremo i poteri di Equitalia e proporremo la impignorabilità della prima casa, dei crediti commerciali, dei beni e dei macchinari per le imprese. Proporremo, inoltre, di ritirare il redditometro, di alzare il numero delle rate per pagare i debiti ad Equitalia e che lo Stato rinunci alle sanzioni e agli interessi sui debiti. Così rimetteremo in piedi l’Italia».

«Qui è presente la cabina di regia del Pdl», ha detto nel suo intervento il presidente della Regione Caldoro. «Tra gli ultimi obiettivi raggiunti dalla Regione – ha detto – l’annessione dell’aeroporto di Pontecagnano nel polo aeroportuale nazionale».

L’on Nitto Palma è entrato nel vivo nella questione interna del Pdl salernitano: «Sappiamo tutti che c’è stata una scissione consensuale e amichevole ma tutti siamo convinti che la provincia di Salerno premierà il centrodestra». E, parlando dell’onorevole Carfagna ha elogiato il suo lavoro da ministro: «Grazie alla sua tenacia si deve l’introduzione nel nostro ordinamento giuridico il reato di stalking. Un’ottima donna di partito con capacità organizzative non comuni» .

Infine l’onorevole Carfagna ha ribadito la volontà di costruire un partito aperto, nuovo, trasparente per la provincia di Salerno.