Guai al popolo che affida il proprio destino solo alla giustizia degli uomini

Ha ragione il coordinatore regionale del Pdl, senatore Nitto Palma quando stamane su il Corriere del Mezzogiorno scrive che probabilmente l’avere il consenso della maggioranza dei cittadini della Campania venga valutato da parte della magistratura come un reato di lesa maestà.

Guai al popolo che affida il proprio destino solo alla giustizia degli uomini. E, se anche il professore Ernesto Galli della Loggia, che certo non può essere tacciato di propagandismo per il centrodestra, proprio ieri a Napoli, ha dichiarato che la ‘la sinistra non vincerà mai ma è bravissima a demonizzare l’avversario e che in questo Paese chi va a destra entra nel mirino del discredito sociale, intellettuale e politico’, mi fa dire che non solo in Italia è in atto un uso strumentale dell’azione giudiziaria da parte di alcune Procure ma che c’è una minoranza politicizzata della magistratura, magari pronta anche a candidarsi a qualche prossima scadenza elettorale, come già accaduto per Igroia, De Magistris e Di Pietro.