Debiti P.A., evitare che aumenti il divario tra Nord e Sud

L’approvazione da parte del Consiglio dei ministri di un provvedimento che sblocca i pagamenti delle pubbliche amministrazioni e’ una risposta – tardiva, ma importante – ad un problema drammatico, un intervento quantomai necessario per evitare che altra parte del sistema produttivo italiano si spegnesse. Attendiamo di conoscere il testo annunciato da Mario Monti, ma, intanto, destano qualche preoccupazione la bocciatura di Rete Imprese Italia e, soprattutto, l’allarme degli amministratori delle Regioni del Sud. Le modalita’ indicate per i rimborsi abbozzate nel comunicato stampa del Consiglio dei ministri, infatti, sembrano destinate a penalizzare e, addirittura, peggiorare la situazione finanziaria, di aree gia’ in difficolta’.

Per sanare i debiti, come sottolineato dal Governatore della Campania Stefano Caldoro, le amministrazioni del Sud, che sono notoriamente meno “liquide”, saranno costrette ad accendere mutui e, quindi, pagare nuovi interessi. Ci impegniamo fin da ora a intervenire sul testo, se sara’ necessario, per evitare che aumenti, invece di diminuire, il divario tra Nord e Sud-