Attacchi giudiziari non demotiveranno il Pdl e non provocheranno crisi di governo

Se la questione dell’intrusione indebita nella vita politica e democratica di un Paese non fosse gravissima, ci sarebbe quasi da ringraziare i magistrati che ancora oggi sono tornati a coinvolgere Silvio Berlusconi con accuse ridicole. Ogni assalto, infatti, aumenta la percezione che questi attacchi sono squisitamente politici e il Pdl guadagna consenso nei sondaggi. Come non è servita la condanna di ieri, così il rinvio a giudizio di oggi non riuscirà a demotivare il Pdl rispetto al sostegno leale al governo presieduto da Enrico Letta. Non sarà un atto giudiziario a cambiare il quadro politico e far precipitare l’Italia in una nuova crisi.