La scuola insegni il rispetto, non le discriminazioni

Ciò che preoccupa maggiormente dell’episodio accaduto in una scuola di Caserta non è il fatto in sè, piuttosto che il germe dell’intolleranza -di qualunque genere  – venga inoculato nelle giovani generazioni che, per costruzione, sono post ideologiche e dovrebbero essere invece educate al rispetto e alla tolleranza. Stavolta l’umiliazione è scattata per una maglietta con i colori del Pdl, ma sarebbe stata ugualmente grave se avesse colpito un qualunque altro simbolo, anche di orientamento politico opposto.

Quello dell’insegnante è un lavoro difficile, delicato, duro, che meriterebbe maggiore considerazione da parte di tutti. Per questa ragione l’intervento della Preside sull’insegnante è stato giusto, finalizzato anche a tutelare le decine di migliaia di ottimi insegnanti che può vantare il nostro Paese, uomini e donne che lavorano senza risparmio per far crescere gli italiani di domani, costruire l’Italia del futuro.