Lo stop dei contributi ai partiti è un’altra promessa mantenuta

I partiti, cosi’ come le istituzioni, devono essere case di vetro, assicurare totale trasparenza e agevolare il controllo da parte dei cittadini.

Per questa ragione e’ un’ottima notizia, la migliore risposta all’antipolitica che ancora dilaga, l’accordo raggiunto questa mattina in Consiglio dei ministri per una nuova normativa sui partiti politici che, tra le altre cose, cancellera’ il finanziamento pubblico cosi’ come l’abbiamo conosciuto.  I partiti -che sono e restano fondamentali strumenti della democrazia  – non saranno più carrozzoni mantenuti dai contribuenti, ma dovranno tornare a rappresentare uomini e donne, saperli coinvolgere in un progetto di cambiamento. E’ un altro modo per riavvicinare elettori ed eletti.

Il Pdl aveva promesso l’abolizione dei finanziamenti nel suo programma elettorale, il governo a guida Pd ha condiviso questa esigenza e ha scritto, insieme a Scelta Civica, la legge. Dagli altri, per il momento, solo chiacchiere e zero fatti.