La migliore risposta a provocazione sarà approvazione della legge a tutela delle donne

Un deputato della Repubblica ha la possibilità di intervenire sulla scrittura delle leggi tese a migliorare la vita dei cittadini, nel caso odierno delle donne.

Puo’ fare proposte, dare il suo contributo, suggerire idee e soluzioni, se ha qualcosa da dire. Oppure puo’ scegliere, coma ha fatto oggi una deputata del Movimento 5 Stelle, di trascorrere il suo tempo a divertirsi su Facebook, scrivendo imbecillita’ su di me, che sono relatrice del recepimento della Convenzione di Istanbul.

Spesso la violenza contro le donne nasce proprio dalla superficialita’ dell’atteggiamento di alcune donne che usano metodi ignobili e infamanti contro altre donne, come ha provato a fare oggi la collega. Ringrazio per la solidarieta’ le colleghe e i colleghi di tutti i gruppi parlamentari ed auguro a quelli del M5S, dopo essersi occupati a lungo di diarie, scontrini e gruppi di comunicazione, di riuscire, prima o poi, a portare a casa un qualunque risultato, nell’interesse degli italiani. La migliore risposta a questa provocazione sara’ l’approvazione, domani, a larghissima maggioranza, di una nuova legge a tutela delle donne.