Turismo, un errore rinunciare alle donne lavoratrici

La decisione presa a Jesolo di rinunciare alle donne che lavorano come “Beach Steward” per l’estate 2013 è sbagliata, la certificazione di una sconfitta. L’idea che si debba fare a meno del lavoro delle donne perché taluni uomini per presunte questioni culturali non accettano di avere a che fare con loro è contraria ai principi della Costituzione, alle nostre leggi e al buon senso. E’ inaccettabile che si possa riconoscere a qualcuno – da qualunque parte del mondo provenga – il diritto di veto su una lavoratrice soltanto in quanto donna: in Italia non c’è alcuna differenza, le discriminazioni non sono tollerate né tollerabili. Peggio sarebbe se il problema fosse quello di garantire sicurezza alle lavoratrici: è lo Stato, attraverso le sue diramazioni, a doversene occupare. E lo Stato italiano saprà certamente farlo a Jesolo, come nel resto d’Italia.