Su primarie nessun passo indietro, perchè nessun passo in avanti

bandiere-pdl-forza-italiaNon c’è alcun passo indietro, perché non c’è mai stato un passo in avanti. Non mi risulta che qualcuno abbia indetto delle elezioni primarie per la guida di Forza Italia o la leadership del centrodestra, tanto meno esiste una mia ‘mitomane’ candidatura a qualcosa che non appartiene all’universo della realtà. Lo ribadisco ancora una volta, a scanso di ulteriori equivoci, incomprensioni, o peggio ancora malevoli e puerili speculazioni: la vicenda che tanto sta animando i social nasce da una provocazione di Oscar Farinetti a ‘L’aria che tira’.

Ringrazio tutti coloro che in spontaneamente rete mi hanno manifestato affetto e stima, ne colgo anche il profondo significato politico, cioè la voglia da parte dei nostri elettori di partecipare, discutere ed essere coinvolti. Su questo aspetto, è bene sottolineare l’importanza e l’efficacia dell’iniziativa dei Club Forza Silvio. E comunque su un punto è bene essere chiari: non abbiamo certamente bisogno di decidere chi sia il nostro leader, perché questo è avvenuto decine e decine di volte nel corso delle più importanti consultazioni elettorali. Silvio Berlusconi è il suo nome. Altra questione riguarda, invece, la formazione, la costituzione di una nuova classe dirigente e le modalità con le quali si presenta all’opinione pubblica. Questo è un nodo che resta centrale. Un compito al quale non possiamo più sottrarci.