Crollo scuola Ostuni: servono fatti concreti contro l’overdose di slogan di Renzi

Scuola ostuniErano 3 miliardi e mezzo i fondi “sicuri” stanziati all’inizio dal Governo Renzi per l’edilizia scolastica, ma passo dopo passo la cifra si è andata assottigliando (a luglio scorso, infatti, ne era stato sbloccato solo 1), e a quanto si apprende dalle fonti sul nuovo Def, la previsione è di nuovi tagli (489 milioni “scomparsi”).

Alla luce di quanto accaduto oggi nella scuola di Ostuni, scuola peraltro ristrutturata da poco, e al netto dei dettagli che andranno verificati, quello che appare invece sempre più chiaro è che il Presidente del Consiglio va avanti a slogan, nel tentativo di confondere e distrarre gli italiani. Un abile prestigiatore, non c’è che dire.

Le vittime della negligenza del Governo non possono essere dei bambini che studiano tra le mura di uno dei luoghi che dovrebbe essere il più sicuro dopo quello di casa, e degli insegnanti che esercitano il proprio lavoro. Il Paese ha bisogno di serietà, non di giochi di prestigio. Il Governo parla in queste ore di come spendere il tesoretto straordinario, ma prima di fare altre aleatorie promesse, non sarebbe più serio mantenere le promesse fatte ad inizio mandato? Serietà: ecco qual è l’unica alternativa credibile contro l’overdose di slogan di Renzi.