Basta carcere per i giornalisti. Una norma di civilità

giornali_mazzettaUna norma di civiltà. L’Italia da oggi sta diventando un Paese un po’ più giusto, la Camera ha infatti approvato la proposta di legge che esclude il carcere per i giornalisti che vengono condannati per diffamazione. Uno strumento che tutela sia chi fa informazione, sia chi viene diffamato che avrà modo di rivalersi attraverso rettifiche e pene economiche. Un passo in avanti verso un’informazione sempre più libera, consapevole e responsabile.