Sulle riforme si ascoltino tutte le parti

Riforme-Costituzionali-E’ imbarazzante assistere alle fibrillazioni e ai continui botta e risposta sulle riforme, tutti interni al Pd e alla maggioranza di Governo. Sembra una gara in cui ognuno deve dimostrare di essere più forte dell’altro. Di fatto, è un congresso permanente le cui tensioni vengono scaricate irresponsabilmente sulla pelle del Paese. La nota tragica sta nel fatto che Renzi e colleghi stanno discutendo del futuro dell’Italia e dell’impianto della nostra democrazia per i prossimi anni. Irrigidirsi non serve a nulla. Chiudersi e procedere per strappi è un errore madornale. Sarebbe invece opportuno ascoltare tutte le parti coinvolte, anche le opposizioni. Questa è la base da cui partire per riuscire ad approvare delle riforme che saranno destinate a cambiare l’architettura istituzionale del nostro paese per renderla più moderna ed efficiente.