Il Ministro Orlando faccia piena luce sull’omicidio di Enza Avino

enza avinoLa vicenda dell’omicidio di Enza Avino, ad un mese esatto dalla sua morte,  porta con sé aspetti che vanno chiariti e approfonditi. Infatti il  Gip ha definito Nunzio Annunziata, al momento del suo arresto per stalking in seguito alle denunce di Enza, come una “personalità violenta ed insofferente al rispetto delle regole civili” e che “ha perso ormai qualunque forma di autocontrollo”,  mentre il Tribunale del Riesame, quando ne ha previsto la scarcerazione dopo poco più di 10 giorni lo ha ritenuto una personalità non così allarmante ed incontrollabile.

 

Il dato inconfutabile però è che Enza Avino è morta, ed è morta per mano di Nunzio Annunziata. Non sono una supporter della carcerazione preventiva, anzi sono schierata da sempre contro ogni forma di abuso di questa misura ma ritengo che ci siano casi in cui la carcerazione preventiva, le misure cautelari, che il Parlamento ha fornito alla magistratura siano fondamentali , indispensabili, per salvare una vita umana, credo che in questo caso la piena attuazione della misura avrebbe potuto salvare la vita di Vincenza Avino. Ecco perché abbiamo chiesto  ufficialmente con un question time alla Camera dei deputati al Ministro della Giustizia Andrea Orlando di fare piena luce sulla scarcerazione di Nunzio Annunziata. Ed è per la memoria di Enza, per rendere giustizia a lei e a tutte le altre donne vittima dei loro persecutori che speriamo di ricevere in merito delle risposte chiare.