La battaglia contro la maternità surrogata sia trasversale ed il Governo se ne faccia carico

IMG_0557“L’industria della maternità surrogata: nuove forme di schiavitù” è il convegno che abbiamo organizzato questa mattina con il Dipartimento  Diritti Umani e Libertà Civili e col Dipartimento Scuola e Università di Forza Italia. Un ulteriore modo per far sentire la nostra voce nella lotta ad una pratica aberrante. Perchè quelle che abbiamo davanti è una vera battaglia che va combattuta a livello trasversale, abbiamo il dovere di chiamare a raccolta esperienze, tradizioni, identità, appartenenze politiche diverse per lottare contro quella che è una vera e propria forma di schiavitù. L’Italia deve essere in prima linea a livello mondiale su questo fronte, Forza Italia lo è, ma non basta, serve che il Governo assuma su di sé questa responsabilità, facendo diventare prioritaria la lotta per i diritti femminili e per la messa al bando universale dell’utero in affitto. La maternità surrogata lede profondamente i diritti umani di donne bambini e non tiene conto del fatto che la donna che presta il proprio utero e che per contratto non sarà la madre del bambino che porta in grembo, non è un mero incubatore e non sarà ininfluente perché tra gestante e nascituro c’è, ed è scientificamente provato, uno scambio continuo di materiale biologico che influisce sullo sviluppo del bambino, creando un legame intimo e vitale strettissimo. Noi siamo disponibilissimi a collaborare con il Governo su questo tema e continueremo a far sentire la nostra voce iniziando dalla mozione che abbiamo presentato e confidando nella volontà dell’esecutivo di non voler sprecare ulteriori occasioni e di voler fare diventare l’Italia il Paese guida nel contrasto alla maternità surrogata, stilando e proponendo negli ambienti internazionali una convenzione dedicata per la messa al bando universale.

 

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter